31
Lug
07

continua la mobilitazione per la revoca della revoca delle dimissioni di Gustavo Selva… e se organizzassimo un’iniziativa pubblica?

Nonostante il clima vacanziero, continuano ad arrivare adesioni al progetto Si Selva Chi Può, la campagna per la revoca della revoca delle dimissioni dell’Onorevole Selva.

Gustavo Selva

Ho già motivato altrove cosa mi ha spinto a promuovere questa iniziativa e a mettere in piedi un blog nato in pochi minuti in un impeto di sdegno.

L’Onorevole Selva, nel frattempo, non è più un Onorevole di Alleanza Nazionale. E’ passato a Forza Italia poiché, a quanto si dice, in contrasto con il suo vecchio partito. Si è arrabbiato perché anche all’interno di Alleanza Nazionale hanno criticato il suo comportamento? Chissà…

Resta il fatto che i motivi per i quali è nato questo blog non sono cambiati. Utilizzare un’ambulanza a fini privati, vantarsene pubblicamente e prendere per i fondelli un’intera nazione iniziando un valzer di dimissioni e contro-dimissioni non sono comportamenti degni di un Senatore. Per queste ragioni, Selva se ne deve andare.

Per qualche giorno questo blog non verrà aggiornato (causa vacanze, mie). Ma la campagna Si Selva Chi Può continua.

Ringrazio tutti coloro che hanno aderito all’appello dimostrando che il nostro Paese è fatto di donne e uomini molto più seri e responsabili di alcuni suoi rappresentanti. Ringrazio tutti coloro che hanno dato suggerimenti e che hanno linkato questo blog al loro.

Idee e suggerimenti non solo sono ben accetti, ma soprattutto sono vitali… stavo giusto riflettendo sulla possibilità di organizzare un evento pubblica (off line) in cui presentare questa iniziativa… avete idee a questo proposito?

Annunci
21
Lug
07

an: alemanno, selva va espulso dal partito

SE NESSUNO PONE PROBLEMA LO SOLLEVERO’ ALL’ASSEMBLEA NAZIONALE

Forte dei Marmi (Lucca), 19 lug. – (Adnkronos) – (dall’inviato Cristiano Fantauzzi) – “Penso che Gustavo Selva debba essere espulso dal partito. Se nessuno affronta la questione, la porro’ io nella prossima assemblea nazionale”. Lo ha detto Gianni Alemanno nel corso del suo intervento alla scuola di formazione estiva di Azione universitaria in corso in Versilia. Per l’esponente di An “non e’ accettabile che Selva non si dimetta. Posso capire tutto, anche l’eta’, ma e’ impensabile che non paghi un prezzo per un gesto bruttissimo, che offre una pessima immagina di tutto il Parlamento”.

17
Lug
07

chiediamo la revoca della revoca

Credo che Gustavo Selva abbia sbagliato a revocare le dimissioni.

Ha sbagliato perché utilizzare un’ambulanza per essere scarrozzato per Roma è un atto volgare, indegno, immorale. Incompatibile con la carica di Senatore.

Ha sbagliato perché vantarsi di tale gesto è un atto volgare, indegno, immorale. Incompatibile con la carica di Senatore.

Ha sbagliato perché il giochino del presentare le dimissioni, lasciare calmare le acque e poi rimangiarsi la parola è uno spettacolo triste e offensivo per tutti noi Italiani. Un atto volgare, indegno, immorale. Incompatibile con la carica di Senatore.

Mi piacerebbe tanto sapere chi sono questi cittadini che hanno chiesto e voluto fortemente la revoca delle dimissioni del nostro vecchio cronista. Provo a fare qualche ipotesi…

La corte della Casta? Tutti quei vassalli, valvassini e valvassori le cui fortune politiche – e non solo – dipendono dall’Onorevole Selva?

Quelli che pensano che “tanto fanno tutti così” e “che sono tutti uguali” e ” che magari gli altri fanno di peggio”. Quelli che nascondono tutto con una bella coperta foderata di qualunquismo. Quelli che “i problemi sono ben altri”. Quelli che con la scusa del “non cadiamo nella trappola dell’antipolitica” permettono il disprezzo delle più elementari regole di convivenza civile.

O forse la Casta stessa?

Purtroppo per l’Onorevole Selva, il suo ripensamento arriva nel giorno stesso in cui ad Ischia un bambino di 4 anni è morto folgorato da una lampada pubblica – e l’ambulanza è arrivata dopo quasi un’ora.

Per queste ragioni ho deciso di dare vita a questo blog. Per chiedere all’Onorevole Selva un ripensamento. Non perché ci debba essere per forza un capro espiatorio per i mali di un Paese ben più grande e ben più problematico. Ma per ricordare, per ricordarci, che è il momento che le persone si assumano le proprie responsabilità. A cominciare dai servitori dello Stato.

Per chiedere la revoca della revoca delle dimissioni dell’Onorevole Selva, scrivi una mail a siselvachipuo@gmail.com

17
Lug
07

la revoca…

E invece no. Passa un mesetto, e il Senato si trova a discutere proprio delle dimissioni del nostro vecchio cronista.

E Gustavo Selva, per togliere dall’imbarazzo i suoi colleghi Senatori dal dover essere costretti a scegliere se accettare o meno le dimissioni, cosa ti combina? Revoca le dimissioni.

“I cittadini mi invitano a restare e perciò ritiro le dimissioni. Assumo su di me la reponsabilità politica di ritirare le dimissioni presentate con lettera l’11 giugno. Lo faccio per rispetto vostro” […] “E’ mio dovere e rispetto per voi. Se voi (rivolgendosi ai Senatori, ndr) mi assolvete potrebbe sembrare la casta che si autodifende”.

Pure generoso. Per evitare l’auto-assoluzione di casta ha preferito l’auto-assoluzione tout court.

17
Lug
07

un blog che nasce in ritardo

Questo Blog nasce in ritardo. Doveva nascere un mese fa, quando un Senatore della Repubblica pensò che il modo migliore per affrontare il traffico della Capitale – fortemente provato a causa della visita del Presidente degli Stati Uniti – fosse quello di servirsi di un’ambulanza.

“Un trucco da vecchio cronista” – pensò – di cui vantarsi pubblicamente. In televisione addirittura.

Io, piuttosto, pensai che si trattava di un gesto indegno e arrogante di un signore che, in quanto Senatore, doveva essere un servitore dello Stato. E invece, l’Onorevole Gustavo Selva, con quel gesto si serviva – a scopi privati – dello Stato.

Non ero l’unico ad indignarsi. Da Sinistra (in modo deciso) e da Destra (con qualche imbarazzo) arrivarono parole di condanna.

Nessuno – tuttavia – andava oltre la semplice condanna. Nessuno chiedeva la cosa più ovvia: le dimissioni dalla carica di Senatore. Se non lo fa nessuno – pensai – tanto vale che lo faccia io. Volevo scrivere una lettera ai giornali… ma, all’improvviso, il vecchio cronista spiazzò tutti. E si dimise.

Rimisi allora la penna nell’astuccio. Non c’è bisogno di scrivere lettere ai giornali. Bravo Onorevole Selva, un atto responsabile – pensai – è raro trovare persone (non solo politici) che si assumono le proprie responsabilità.




gli altri blog che vorrei ma non posso

SeLoConosciLoPreviti.wordpress.com >> un blog preventivo, visto che va di moda ritirare le dimissioni IlTempoDelleMele.wordpress.com >> dedicato al Senatore Cosimo Mele, salito alla ribalta delle cronache perché, colto da nostalgia della famiglia, ha pagato una ragazza-squillo per farla dormire nella stanza accanto
gennaio: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Blog Stats

  • 3.376 hits
Annunci